Blog: http://Ismael.ilcannocchiale.it

Chi sono i nemici della scienza?

di Giorgio Israel
Lindau, 332 pp., € 21,50

“un matematico digiuno di dimostrazioni
è l’equivalente di un meccanico
che non abbia mai smontato e rimontato un motore”

A cosa “serve” fare le aste e i cerchietti, risolvere chilometriche espressioni algebriche, scomporre un testo in sintagmi e complementi, imparare a menadito date, battaglie o bacini idrografici, esercitarsi nel solfeggio? Non è forse meglio l’apprendimento diretto, guadagnato “sul campo”, di conoscenze pratiche anziché, come vuole un popolare luogo comune, rimanere “senza niente in mano” dopo aver conseguito titoli di studio teorici?
Giorgio Israel, con questo saggio, prosegue nella ricognizione faccia dopo faccia del poliedro accresciutosi sulla mala cultura scientifica: in Liberarsi dei demoni dall’ideologia scientista promanavano i veleni dell’odio di sé antioccidentale, mentre qui ne emerge il dilagare della diseducazione didattica. [continua su Movimento Arancione]

Pubblicato il 23/2/2009 alle 12.40 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web